Il teatro di figura: baracca e burattini ma non solo!

E’ da tempo che volevo dedicare un post al teatro di figura, al mondo magico dei burattini, ma non solo! Delle marionette, delle ombre e di tutto quanto viene nominato appunto teatro di figura.

Colgo oggi l’occasione che mi viene data da Gino Pirelli che mi invia questa informazione su un interessante corso dedicato al Teatro delle Ombre che si terrà a Matera nei prossimi giorni. E’ un’occasione da non perdere e credo che oltre ai docenti anche i genitori potrebbero frequentare questo laboratorio! “Giocare” con il teatro di figura è un’esperienza che fa crescere!

LABORATORIO DI OMBRE CINESI A MATERA

a cura dell’Ass. LOE

locandinasombras

L’associazione LOE,  Bottega del Mondoti invita al corso:
               
OMBRE CINESI
     Teatro delle Ombre e uso Didattico
             Matera 28/29 Marzo
      c/o la sede dell’Ass. Arteria
        vico XX Settemrbe, Matera
ESPERIENZE DI RICICLO E CREATIVITA’ NEL MONDO DEI BIMBI
Laboratorio per docenti e educatori/trici

Trainers: Gabriela Sampedro e Mariella Monteleone

:::Programma (8 Ore)
Sabato: Introduzione teorica, speriementazione con  diverse tecniche, creazione di una storia
Domenica: Sperimentazioni teatrali

:::Info
Costo: *20E* il ricavato andra’ a supporto di  LOE, Bottega del Commercio Equo
Participanti: *massimo 20*
Contatti: Gabriela 3460987080 Mariella 3344428883
         LOE Bottega del Commercio Equo 08353333730

Il termine TEATRO DI FIGURA nasce fra gli anni ’70 ed ’80 e sostituisce quello di teatro di burattini. “La radice latina di “figura’’ rimanda a qualcosa di plastico, concreto, tridimensionale e che può quindi ben rappresentare il variopinto bimbo-e-burattino1universo dei burattini, delle marionette, dei pupazzi, degli oggetti e delle ombre. Il teatro di burattini (come viene normalmente chiamato) ha una grande validità sul piano della comunicazione artistica quanto il grande teatro ma sicuramente dal punto di vista didattico è ancora più valido di quello, perché più flessibile in quanto possiede la capacità di adattarsi ad ogni situazione, e perché più vario date le multiformi possibilità che offre.
Il teatro dei burattini è una delle tecniche più usate nell’animazione teatrale, è talmente facile allestire un teatro dei burattini che risulta davvero strano che ci possano essere delle scuole che non ne abbiano almeno uno. Difficilmente un bambino vorrà recitare spontaneamente un ruolo
tina-e-burattinidiverso dal suo, davanti a degli spettatori, come si fa a teatro; al contrario tutti i bambini fanno recitare i loro pupazzi, soldatini o oggetti fin dalla tenera età e continuerebbero a farlo ancora per anni se non si imponesse loro, con l’ingresso nella scuola elementare, una atteggiamento meno “infantile”. Invece, l’animare un oggetto ha un effetto straordinariamente liberatorio perché si proiettano i propri progetti espressivo-comunicativi su figure simboliche: si tira fuori tutto ciò che si ha dentro senza mettersi troppo in discussione, senza attirare l’attenzione su di sé.
iago-brothersL’animazione teatrale interessa TUTTI i bambini, attira infatti tanto i maschietti che le bambine. Il gioco dei burattini permette di rispettare l’individualità del bambino: ciascuno ha un suo modo di giocare e ciascuno avrà un suo modo di interloquire con lo stesso burattino.

 dietro-le-quinte

 (Le foto pubblicate si riferiscono ai laboratori da me condotti a Lubiana e Capodistria)

 Tutti i bambini dovrebbero fare esperienza di costruzione di marionette e burattini o cimentarsi con il teatro di ombra e se questa cosa non è possibile farla a scuola anche a casa ci dovrebbero essere momenti da dedicare alla corstruzione di personaggi con i genitori o i nonni e poi perchè non andare a vedere uno spettacolo insieme? In fondo Bari non è distante e la Casa di Pulcinella presenta ogni anno spettacoli meravigliosi con compagnie che arrivano da tutte le regioni di Italia ed anche da altri Paesi.

locandina-casa-di-pulcinella

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Corsi di formazione, Eventi a Matera, I miei laboratori e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...