A doodle a day… Uno scarabocchio al giorno…

A doodle a day – Uno scarabocchio al giorno leva la tristezza di torno!

TARO GOMI : IL RE DEGLI SCARABOCCHI.

(Taro Gomi the Doodle King)

I have got them! Ho ricevuto altri libri da scarabocchiare e/o colorare.

Per tener fede ad una delle azioni che rendono la mia vità più bella (scarabocchiare liberamente!) ho scelto già dall’inizio dell’anno il Calendario del 2010 di Taro Gomi. A lui ed ai suoi libri voglio dedicare questo post.
Sono diversi anni che acquisto i suoi libri per scarabocchiarli ma puntualmente la gioia di donarli ad altri bambini è più forte che quella di tenerli per me ed usarli e così di recento ho dovuto acquistarne tanti da capo compreso il calendario che Taro Gomi ha creato per il 2010. Un blocco di 365 paginette da scarabocchiare.
Ma chi è questo signore che sta diventando così popolare per i suoi libri dedicati agli scarabocchi?

Taro Gomi è nato a Tokyo nel 1945. Dopo una carriera di successo come designer grafico ha cominciato a disegnare libri e non si è più fermato. Ha scritto e illustrato oltre 360 libri incluso lo straordinario e popolare libro Everyone Poops (Tutti fanno la cacca – non disponibile in italiano!)

Non credo vi siano molte notizie su di lui nei siti italiani pertanto dopo una ricerca sul web ho trovato un’intervista che è stata fatta a Taro Gomi dalla Japan Foundation e che può essere letta integralmente qui:…
Quanto segue è una libera traduzione del testo, ovviamente vi riporto le parti dell’intervista che mi hanno colpita maggiormente.

Vi sono molti scrittori, registi, musicisti, economisti, scienziati ed atleti giapponesi famosi nel mondo ma vi è un solo giapponese universalmente riconosciuto come maestro nel campo della letteratura per bambini. E’ TARO GOMI, i cui libri sono stati tradotti in più di 10 lingue ed i cui semplici disegni e storie sono amati da bambini ed adulti di tutto il mondo.

Domanda: I tuoi disegni sono completamente diversi da quelli presenti negli altri libri per bambini. Come hai creato il tuo stile?
Risposta: E’ una domanda facile e difficile allo stesso tempo. Innanzitutto, anche se tu usi i termini “bambino” ed “adulto” inconsciamente per me non ha senso creare delle categorie come queste: “per bambini” e “per adulti”. Non so quando gli essere umani hanno cominciato a creare categorie per le cose, ma nel campo dell’arte la cosa bella è stata che originariamente non vi erano categorie.
Creare delle categorie può essere un segno di civiltà ed è stata inizialmente molto utile per tutti, ma le cose ora sono troppo divise per categorie e stanno diventando noiose.  Nel mondo della pittura chi si preoccupa se un dipinto è per bambini o per adulti è stato avvelenato dalla civiltà moderna. Per quanto mi riguarda, io non sono stato influenzato da questa divisione in categorie. Quando ho cominciato a disegnare non avevo la consapevolezza che stessi disegnando “per i bambini”. Allora ero un designer industriale ma non ero soddisfatto del mio lavoro. Così cominciai a disegnare per diletto. Un amico vide i miei disegni e mi disse: “Questi sono disegni per libri per bambini” e li vendette ad un editore. Ma io non immaginavo che il mio stile sarebbe sato di ispirazione ai bambini.
(…) Attraverso i miei disegni io voglio esprimere il mio pensiero su l’essere umano. In altre parole io credo che l’arte è un report, un tipo di report provvisorio. Per esempio Cezanne ha raggiunto la grandezza perché la sua arte

ha mostrato chiaramente il modo in cui egli ha catturato un oggetto o una scena in un preciso momento. La stessa cosa può essere trovata nei dipinti di Van Gogh. Ed io voglio esprimere il modo in cui rifletto su “chi sono” e “cose’è il mondo”. Anche i bambini piccoli riflettono sul “chi sono”, come noi adulti. Non sopporto che le persone dicono ai bambini “ecco cosa sono gli esseri umani!” oppure “ il mondo è cosi!”, come se essi conoscono ogni cosa. Questo tipo di consiglio è completamente non richiesto. Io non ho mai tradito i bambini dicendo: “devi imparare questa cosa perchè io la so!” Io credo che i bambini abbiano fiducia in me.


Visita di Trao Gomi a Chronicle Book

e dal sito della Chronicke books è possibile scaricare e stampare alcune pagine tratte dai suoi libri: divertimentro assicurato, provare per credere!

http://www.chroniclebooks.com/tarogomi/

Image by chead via Flickr

COSA TROVERETE NEI LIBRI DI TARO GOMI???

Uomini, oggetti, bambini, animali, sentimenti, emozioni, pensieri leggeri e pensieri profondi: da disegnare e colorare. In alto, sul foglio, a sinistra, l’indicazione, la sollecitazione, la spinta. Dietro la quinta di una frase scritta e ben evidenziata il suggeritore: Taro Gomi, il geniale autore di questi volumi, progettati per stimolare la creatività dei bambini, ma perfetti per tutti coloro che vogliono divertirsi scarabocchiando. Non sono semplici libri da colorare come gli altri, qui i disegni sono solo l’inizio del gioco. Con divertenti suggerimenti, fantastici scenari, piacevoli istruzioni da seguire, il libro spinge non solo a colorare, ma anche a scarabocchiare, ridisegnare, immaginare e pensare. I volumi, basati su questa semplice ma felice ricetta iniziata da Taro Gomi nel 1990 con Scarabocchi, sono proposti da Corraini, che li ha pubblicati per la prima volta in Italia nel 2004.

Altri libri per scarabocchiatori incalliti qui:
http://www.ciao.it/sr/q-scarabocchi

Questa voce è stata pubblicata in Accademia dello scarabocchio, Libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...