Farfalle in volo – acquerelli di primavera con le chine colorate.

FARFALLE IN VOLO

Acquerelli primaverili con le chine

Tra arte, creatività e benessere –

Vi presento un’attività per realizzare cartoncini colorati primaverili. Questo laboratorio è stato da me proposto in progetti realizzati per la scuola dell’infanzia, scuola primaria e  in workshop con gli adulti.

In alcuni casi (scuola primaria ed adulti) ho coniugato l’arte e la creatività con il benessere, facendo prima un’esercizio di immaginazione creativa (guidata dalla mia voce – il testo lo trovate alla fine dell’articolo) e poi lavorando con i materiali… ma non è detto che la stessa cosa non si possa fare anche con i bambini più piccoli!!! Nella scuola dellInfanzia potete prima leggere la storia di Betarice farfalla pittrice (la trovate alla fine del post) e poi fate questa attività.

Ad ogni modo io vi propongo le diverse opzioni e… a voi la scelta!!! Potete anche decidere di presentare l’attività così, com’è in fondo il “fare creativo” è di per sè un toccasana!!

Ecco i materiali necessari:

chine colorate (in commercio si trovano confezioni assortite con 10-12 colori diversi)
cartoncini per acquerello
fogli di carta colorata
forbici e colla
vaschetta con acqua, quotidiani per coprire i tavoli e poggiare i lavori.

Preparate una postazione di lavoro con i cartoncini, le chine e la vaschetta con l’acqua e procedete come segue:

1- Immergere il cartoncino nell’acqua per 10 secondi (i bambini piccoli conteranno fino a 10 a voce alta) – 2- Scegliere una boccettina di china e versare alcune gocce di colore sul cartoncino, osservare il modo in cui il colore si spande e continuare, scegliendo altri colori. 3- lasciare asciugare il lavoro su un foglio in modo che l’acqua in eccesso venga assorbita.

Approfondimento: In questa attività ho dato importanza al gesto e sebbene l’effetto finale è piacevole alla vista ritengo che sia preferibile lavorare con consapevolezza, anche con i più piccini. Pertanto i miei suggerimenti sono questi: fare vedere a tutti prima di cominciare COME SI FA.

Immagine n. 1 – E’ preferibile poggiare il pennino presente nella boccettina sulla carta, il segno lasciato dal colore sarà prima più forte e poi sempre più chiaro. Io uso queste parole: “fate danzare il pennino sul cartoncino come la farfalla che vola nel cielo e volteggia libera…”. Quando il colore si scarica si può passare ad un altro colore… e così via. Facendo il tutto molto lentamente, si vive in modo più intenso il senso di MERAVIGLIA che accompagna questa tecnica particolare dove ogni lavoro è diverso e dove l’acqua gioca un ruolo fondamentale (fa sì che il colore si espanda in modo imprevedibile).

Mentre i cartoncini  si asciugano si preparano le farfalle con i cartoncini colorati. Avrete bisogno di alcune sagome che potrete facilmente trovare in internet. Disegnate le farfalle sui cartoncini e fatele tagliare dai bambini. Gli adulti faranno questa cosa da soli, anche senza l’aiuto delle sagome. Incollare le farfalle sul cartoncino acquerellato.

 Tra le immagini potrete notarne una nella quale vedete che sono state incollate anche delle farfalle bianche, utilizzando proprio le sagome. L’effetto è molto bello.

Per finire vi aggiungo di seguito una storiella che può essere utilizzata con i bambini nella scuola dell’infanzia per introdurre il lavoro e alla fine il testo per l’immaginazione guidata che ho usato con i bambini della primaria (classe 5) e gli adulti.

BEATRICE FARFALLA PITTRICE.

(nel sito del gruppoabele.org vi è un file pdf con la stessa storia corredata da bellissime immagini, clicca qui)
C’era una volta una farfalla, si chiamava Beatrice ed era stufa di stare sempre nello stesso prato, di vedere ogni giorno gli stessi fiori e gli stessi animali. Così un bel mattino decise di partire, preparò la valigia e volo via. Viaggiò moltissimo, vide il mare e le montagne, i paesi e le città. Finchè un giorno, oltre le montagne, la farfalla scoprì una valle grigia: tutto era triste e senza colore, gli alberi, i frutti, i prati e le colline. Beatrice pensò:”Qui bisogna fare qualcosa”. Riattraversò le montagne e ritornò nel suo prato a cercare i colori.
Da una foglia d’erba raccolse il VERDE.
Il ROSSO lo trovò in un bellissimo papavero.
Scavò un buchino nella terra e prese il MARRONE.
Andò poi dalla sua amica mucca e si fece dare un pò del BIANCO suo latte.
Nel mare riempì un secchiello d’AZZURRO.
Volò fino al sole che le regalò una goccia del suo GIALLO.
Con i secchielli pieni di colore, la farfalla ritornò verso la valle grigia… Si mise subto al lavoro: con il rosso colorò un fiorellino, le ciliege e le fragole. Con il giallo dipinse i campi di grano, il cespuglio della mimosa e i fiori del prato. Colorò di marrone il tronco ed i rami dell’albero, il sentiero e la terra. Con il verde ricoprì le foglie, i cespugli, le colline ed i prati. Con il bianco spruzzò di neve le cime dei monti. Ed infine dipinse d’azzurro l’acqua del laghetto ed il cielo.
Ora la valle era bellissima e Beatrice soddisfatta si riposò sopra un fiore. Ma il suo lavoro non era ancora finito. La valle era tutto colorata, ma non ci abitava nessuno.
Allora la brava farfallina andò a chiamare le persone e gli animali che abitavano sulle montagne. “venite a vedere, ho colorato la valle grigia, ed ora è un posto bellissimo dove potrete vivere meglio di qui”. Quando furono arrivati nella valle dei colori, gli animali si misero subito al lavoro e cominciarono a costruire le tane e i nidi.
Anche gli uomini si costruivano le case.
Ora la farfalla era allegra e piena di vita. Beatrice salutò i suoi amici e riprese il suo viaggio.

SCARICA qui: Beatrice farfalla pittrice LA VERSIONE DA STAMPARE.

 Scarica qui il testo per l’Immaginazione guidata

E se i cartoncini vi piacciono così come sono…allora si mettono in cornice!!!!

Con i bambini più grandi potete fare insieme le corici di carta! Ecco nel post dedicato COME SI FA’!


Questa voce è stata pubblicata in arte e benessere, Maestra Tina e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Farfalle in volo – acquerelli di primavera con le chine colorate.

  1. Odette Favini ha detto:

    Bravissima Tina,
    stavo proprio cercando del materiale di questo tipo perché da Settembre vorrei proporre dei laboratori sul tema dei vari metodi di pittura🙂 utilizzerò certamente questo tuo post, anche perché è già completo di tutto …storia da leggere e descrizione nei minimi dettagli.
    Complimenti!
    Odette

  2. cioccomamma ha detto:

    che belli i lavori che proponi!!!
    Sono passata per augurarti Buona Pace, ciao.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...